Le vibrazioni dell’anima

Parliamo di frequenze e chakra. In questo articolo mi interessa mettere in luce il rapporto che esiste tra vibrazione e stato emotivo. Come ogni squilibrio magnetico può influenzare la nostra interiorità e come allo stesso tempo questa può essere utilizzata come guargione e ripristino energetico.

Ho trovato molto utile basarmi su questo estratto che vorrei condividere con voi. Dentro ci sono molte nozioni che andrebbero ampliate e spiegate, ma in questo caso vorrei concentrarmi sull’argomento principe.

Il nostro corpo, che nel suo aspetto fisico e’ fatto di acqua per il 75 per cento, e’ composto da <campi di energia elettromagnetica>.
Questi campi, strettamente connessi con EMOZIONI e PENSIERI costituiscono cio’ che si chiama <corpo sottile, o corpo eterico> (vedine la completa descrizione in “La Grande Sintesi della Tradizione Esoterica”, prelevabile gratuitamente da http://www.guruji.it). I chakras sono essenzialmente delle aree, dove questi campi si concentrano per svolgere determinate funzioni complesse, in zone particolari del corpo. Anatomicamente, corrispondono ai plessi nervosi ed alle ghiandole endocrine. A questi plessi vengono associate, oltre alle funzioni fisiologiche, delle funzioni psichiche, emotive, sonore, chiaroveggenza, telepatia, ecc.

Poiche’ i chakras sono aree di concentrazione di frequenza elettromagnetica, e’ ovvio che noi possiamo interferire su queste zone con frequenze di suoni, o di colori. 
Il suono e’, di fatto, una oscillazione dalle caratteristiche fisiche simili a campi magnetici e, gia’ dall’antichita’, per via chiaramente empirica, si sono sempre usati suoni particolari per guarire, o stimolare certe emozioni nell’uomo.
Tutti noi sappiamo che un oggetto in moto nello spazio produce un suono, che avra’ una determinata frequenza d’onda, a seconda della sua velocita’ di rotazione, del suo peso, della sua grandezza.
I pianeti, quindi, producono una loro specifica <frequenza sonora>, che e’ stata calcolata matematicamente dallo svizzero HANS COUSTO.


La tabella qui di seguito riproduce i pianeti e le loro frequenze, calcolate in <hertz>. Queste frequenze sono state, poi, riprodotte con diapason che vibrano alla frequenza esatta di ogni pianeta:

7.- Muladhara (chakra della radice)
Terra
Frequenza Hz 136,10

6.- Svadhishthana (chakra sacrale, o sessuale)
Luna
Frequenza Hz 210,42

5.- Manipura (chakra intermedio)
Giove
Frequenza Hz 183,58

4.- Anahata (chakra del cuore)
Venere
Frequenza Hz 221,23

3.- Vishuddha (chakra della gola)
Mercurio
Frequenza Hz 141,27

2.- Ajna (chakra tra le sopracciglia)
Saturno
Frequenza Hz 147,85

1.- Sahasrara (chakra della corona)
Nettuno
Frequenza Hz 211,94

L’effetto dei diapason dei vari pianeti e’ stato verificato clinicamente su vari pazienti, per il periodo di un anno, dal dr. Azima; dopo questa fase di sperimentazione si e’ riusciti a selezionare un set di campane tibetane, che riproducono le frequenze dei vari pianeti.
Sono state usate le campane tibetane per la loro caratteristica di riprodurre <overtoni>, da un tono base.
Un tono, cioe’ una nota musicale, e’ composto di fatto da piu’ suoni e non e’ mai puro; anche se al nostro orecchio arriva come un suono solo. La musica occidentale e’ fatta solo di singoli toni; mentre, in Oriente – soprattutto in Tibet e in India – si usano strumenti (o, la voce) in modo che da un suono si possano sentire i diversi sottosuoni.

Di fatto, l’uso di questi suoni e’, a tutti gli effetti, una meditazione; poiche’ aiuta le persone ad “abbandonare” il mentale, per potere piu’ facilmente entrare in contatto con la “propria essenza”. In piu’, avendo frequenze specifiche per i vari chakras, aiuta l’armonizzazione degli organi ad essi collegati.
Infine, ha effetti terapeutici per il sistema nervoso, che e’ il ponte diretto ai vari chakras.

EFFETTI BENEFICI

Sono stati osservati effetti benefici, in campo medico, soprattutto per il sistema nervoso. Molti hanno riportato effetti positivi sulla digestione e sul controllo delle emozioni. Poiche’ questi suoni conducono il cervello a funzionare, prima, su onde <alfa> e, poi, su onde <theta> si e’ riscontrato un enorme beneficio per tutti i problemi di insonnia e di irritabilita’. Ricordiamo che il cervello produce varie onde di frequenza, a seconda delle varie fasi di attivita’.

Fonte: lamusicadipascal.it

Nel video potete vedere un esempio pratico applicato all’utilizzo delle campane tibetane:

Immagine di copertina presa dal web.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: